Albula CC

Tipologia: Installazione
Cliente: YAP (Young Architects Program) MAXXI 2016
Scala: 200 m2
Localizzazione: Piazza Alighiero Boetti – Roma
Status: competition (finalista)

Albulacc

Albula è un dispositivo urbano interattivo che affronta la crisi dell’inquinamento e il degrado del fiume Tevere. L’installazione è ad un tempo spazio urbano e metafora dei mulini che nel passato popolavano il fiume, e rievoca un immaginario popolare dimenticato. Se in passato il mulino generava energia sfruttando il flusso fluviale, qui nella piazza del MAXXI Albula, regolata da una “ecologia inversa”, sfrutterà questa volta il flusso umano, per purificare l’acqua del Tevere e restituirla alla città.

Il progetto propone un sistema integrato di fitodepurazione sospeso, assolvendo le richieste d’incontro, raffrescamento e ombreggiamento. La scelta delle essenze vegetali è determinata in relazione ai dati sull’inquinamento dell’acqua del fiume Tevere nell’anno 2015, rilevati da ARPA Lazio.

In questa configurazione l’installazione gestisce complessivamente circa 10.000 litri di acqua, depurandone 2000 litri prelevati direttamente dal fiume romano e riversati all’interno delle prime tre file di sacche. L’acqua pulita ottenuta al termine del ciclo di fitodepurazione è utilizzabile per l’uso umano nel rispetto delle norme vigenti.

L’installazione si compone di quattro elementi: una piattaforma/zattera, una struttura metallica a T – a cui sono agganciate le sacche fitodepurative – la ruota idraulica e la vasca di raccolta. La copertura è costituita da uno strato d’acqua del Tevere, contenuta all’interno delle sacche, che garantiscono l’ombreggiamento dello spazio pubblico sottostante. Ogni sacca è concepita come un micro-ecosistema con dimensioni diverse, nel quale le piante si comportano come pompe naturali in grado di assorbire agenti patogeni, chimici e metalli pesanti.

L’interazione tra l’uomo e il sistema di fitodepurazione è assicurata da Arduino, una scheda elettronica low-cost programmabile in grado di interagire con l’ambiente in cui si trova. La posizione del corpo è rilevata dai diversi sensori di prossimità a ultrasuoni collegati tramite la scheda ad un motore elettrico che, azionando la ruota idraulica, innesca il flusso di caduta dell’acqua dentro le sacche.

Albula è un progetto open source, pensato come un modello scalabile che possa essere replicato in contesti differenti.  Per questo è distribuito sotto licenza Creative Commons BY-NC-SA 3.0, insieme allo script che regola il funzionamento della scheda elettronica Arduino e dei sensori di prossimità.

Il modello 3D completo è scaricabile da qui >>

sistema interattivo attivato dalla presenza umana 
human-based interactive system
concerti / conferenze / proiezioni
concerts / conferences / projections
raffrescare / giocare / rilassarsi
cooling / play / chill out
incontrarsi / intrattenimento educativo / ombreggiamento
meeting / edutainment / shading

L’esito è una struttura coinvolgente e giocosa, il cui intento dimostrativo è contribuire alla riappropriazione del fiume, che scorre così vicino ai flussi urbani generati dal MAXXI. Per far si che Roma non sia l’ultima delle grandi città che ripensa veramente al suo fiume.


 

Partners

 

Monitoraggio acqua / Water monitoring

Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Regione Lazio (ARPA) – dott. Angiolo Martinelli

Regional agency for Environmental Protection of Lazio Region (ARPA) – dr. Angiolo Martinelli

 

Struttura / Structure

Pilosio S.p.A. (Udine, UD)

 

Sistema di fitodepurazione / Phytodepuration system

Water Nursery – Davide La Salvia (Latina, LT)

 

Ruota e Interaction design / Wheel and Interaction design

The Fab Hub – Attilio Mandola (Sapri, SA)

 

Microbiologia / Microbiology

Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Agricoltura, le Foreste, la Natura e l’Energia (DAFNE) presso l’Università degli Studi della Tuscia – prof.ssa Elena Di Mattia

Department of Science and Technologies for Agricolture, Forests, Nature and Energy (DAFNE) at University of Tuscia – prof. Elena Di Mattia

 

Modello / Model

Pasquale Loiudice (Roma, RM)

 

Sacche PVC e prototipo / PVC sacks and prototype

Artenda – Maurizio Moretti (Ronciglione, VT)


deltastudio©